La festa della pace

Pubblicato giorno 4 febbraio 2018 - comunità, Formazione, impegno civile

Pace1
Condividi su:   Facebook Twitter Google

 

E così anche quest’anno è arrivata: la festa della Pace
La parrocchia è stata in fermento nel mese di gennaio per preparare questa festa, tutti i gruppi e tutti coloro che avevano voglia di dare una mano hanno partecipato e tutti, ma proprio tutti, alla fine si sono sentiti coinvolti, trascinati.

pace4Canti, balli, scenette, rappresentazioni e drammatizzazioni che potessero essere viste da tutti, anche dai bambini, hanno illustrato alcuni degli aspetti delle incongruenze dei nostri tempi.
Quest’anno il clima vissuto durante le rappresentazioni dei vari gruppi e’ stato più mesto, più riflessivo. Solo quando veniva coinvolta la comunità c’era allegria, ma durante le rappresentazioni c’era attenzione,silenzio.
Con delicatezza è stato ricordato chi ha perso la vita durante una traversata in gommone, alla ricerca di un luogo più sicuro, mentre si scappa dalla guerra. È stato ricordato chi va alla ricerca di un luogo dove poter lavorare e vivere dignitosamente.
Perché tutto QUESTO è cercare la PACE.

pace3Abbiamo cercato di tenere a mente i quattro verbi che Papa Francesco nel suo Messaggio ci ha invitati a avere sempre presenti: Accogliere, Proteggere, Promuovere, Integrare.
Abbiamo ricordato  le vite perdute in mare, ma abbiamo anche ricordato coloro che sono andati via.
Perché non dobbiamo dimenticare che anche se non partiamo più con al valigia di cartone partiamo ancora oggi con un bagaglio diverso ricco di cultura, conoscenze , competenze. Siamo tutti migranti!
La ricerca fondamentale è sempre la stessa: quella di  un luogo migliore … per avere un po’ di pace accanto a tutti i FRATELLI del mondo.
SIGNORE AIUTACI A VEDERCI RIFLESSI NEI NOSTRI FRATELLI.

Francesca Lucido

Lascia un commento

  • (will not be published)